Journal

“THE GERMANS OF THE 21st CENTURY” – THE NEW EXHIBITION OF OLIVIERO TOSCANI IN BERLIN

Women, men, blondes, browns, from all walks of life, professionals and workers from diverse sectors and global citizens: All of them are contemporary Germans. There’s a piece of Toscani in the new “wall” that is going to be inaugurated in Berlin on April 25: Large totem poles built as concrete benches, as new street furniture of Potsdamer Platz chosen to host the exhibition. A true photographic reportage dedicated to the Germans of the twenty-first century, produced by Giannoni and Santoni and firmed by Oliviero Toscani, an authentic Milanese who has chosen to live in Casale Marittimo since 1970: imagination and creativity met to tell the end of the Aryan race replaced by the new Germans, which is a colourful mix of races and cultures. A hundred modern-day German faces, from the very blond young guy with blue eyes to the girl with afro hair, were photographed by Toscani’s eclectic lens and then “transferred” onto massive concrete panels using the digital fresco process. Racial equality is a matter close to his heart, so much so that he has proposed it on the advertising boards and the advertising pages of glossy publications in the past.

“This piece, which I imagined before the epidemic, holds a special place in my heart. I looked for new faces of contemporary Germans to show how prejudices may be transcended, says Oliviero Toscani. I’ve never understood why people blame Germans for the mistakes of their forefathers. When I was travelling, I noticed that whenever the word “Germans” is mentioned, someone’s nose wrinkles. However, today’s Germans are not those of the past; they are the most advanced European people, with a rich culture and a long history. As a result, I photographed a wide range of people, from Germans with black skin to blondes one.”

A prestigious job for Giannoni and Santoni who with great passion and professionalism has become a point of reference for the world of art, giving life to the artists’ intuitions by providing materials and tools to tell their way of seeing the world.

“Oliviero Toscani – says Antonio Giannoni – has photographed hundreds of Germans. The shots were selected and reproduced by our artisans with the digital fresco technique on a plaster base. The result will have a strong effect. A story that brings together many forms of art “.

Journal

THE ANTI-AIRCRAFT TUNNEL REBORN AS A WORK OF ART, FROM THE FORNACE REFUGE TO A DIGITAL REFUGE.

Laura Andreini’s, Giovanni Polazzi’s and Marco Casamonts Archea Associati studio turned an old drainage channel, which served as an air-raid shelter during WWII, into a place dedicated to exhibitions, events, and performances in the fields of digital art, architecture, photography, and literature.
The museum was officially opened on April 13, 2022, as reported by Corriere Fiorentino, in conjunction with Forma Edizioni and Tornabuoni Arte, with the site-specific work Oro by Fabrizio Plessi, one of Italy’s first video artists. To animate the 16 screens positioned throughout the tunnel coated in iridescent majolica and a blue carpet “A vast gold mosaic that breathes in its underground liquidity as it melts,” adds Plessi. The Digital Refuge is nothing more than a cutting-edge cultural crossroads that, in a city like Florence, finds the impetus to face and overlap the existing. I wanted to turn the water that I imagined flowing in this place a long time ago into gold as a good omen and as a human desire for an improvement in the existential condition, a living need, and very much felt even in our period.”

“A space where you may enter and move but also learn about and experience digital,” says architect Marco Casamonti. We want to assume that a site that was formerly thought to be a safe haven from physical aggression, such as an air-raid shelter, may be reincarnated as a space of freedom and expression, in a place of art.”

Ph credits: Pietro Savorelli & Associati, Source: Icon Magazine

Blog Installazioni News Announcements

Giovanni Ozzola ” Atto Unico / Single Act ” Galleria Continua / San Gimigmano

Produced by Giannoni&Santoni

Backstage/opening – Giovanni Ozzola “Atto Unico/Single Act”- Galleria Continua- San Gimignano
“Atto Unico/ Single Act ” – Giovanni Ozzola – Galleria Continua – San Gimignano – Produced by Giannoni& Santoni
“Atto Unico/ Single Act ” – Giovanni Ozzola – Galleria Continua – San Gimignano – Produced by Giannoni& Santoni
“Atto Unico/ Single Act ” – Giovanni Ozzola – Galleria Continua – San Gimignano – Produced by Giannoni& Santoni

Announcements Blog Installazioni News

Il Pollaio in Azienda – RISVEGLIO

IL POLLAIO IN AZIENDA

 In questa moderna pandemia, per un’azienda come la nostra – leader nel settore delle finiture artistiche – progettare un pollaio e mettere al centro del progetto la forma misteriosa e mitica dell’uovo assume il senso del risveglio, della rinascita, del ritorno ai ritmi genuini della natura.  Perché niente sia più come prima. Riscoprire la lentezza, ritrovare il tempo per pensare. Sporcarsi le mani per gestire un pollaio. Non in senso metaforico, ma nella concretezza del fare. Riaffermare con forza il ruolo cognitivo della manualità, base essenziale della creatività. Senza retorica o nostalgia; semplicemente per riproporre un modo di vivere basato su valori antichi, ma ancora di grande attualità: il rispetto, la reciprocità, la solidarietà, l’autenticità priva di furbizie e di sotterfugi, la solidità dei legami affettivi, il gusto delle cose semplici. Valori che la società odierna sembra avere dimenticato.

 

LE PRIME INQUILINE

IL PRIMO UOVO

Foto durante le fasi di lavorazione

Announcements Blog Decorazione Restauro

New works – Giannoni & Santoni

New sales point coop.fi – Florence Via Caracciolo
Giannoni&Santoni General Contractor

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Coop-Firenze-Aurelio-Amendola10.jpg

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Montaggio-Gru_Coop-Firenze12.jpg

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Montaggio-Gru_Coop-Firenze18.jpg


Restoration –  Villa Pendola –  Livorno

Giannoni&Santoni


Restoration – Church of San Martino–  Casciana Terme

Giannoni&Santoni General Contractor

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Chiesa-Casciana-Terme46.jpg

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Chiesa-Casciana-Terme44.jpg

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Chiesa-Casciana-Terme4-1.jpg


Restoration – Private villa in the Tuscan countryside

Giannoni&Santoni


Carrara_GVM

A detail  of the work of Michelangelo “Giuliano de’ Medici” photographed by Aurelio Amendola

realized by Giannoni&Santoni.
in partneship with Gualtiero Vanelli
Art director Alberto Bartalini


Tuscany _ Wonderful resort renovation

 Giannoni&Santoni
#workinprogress


Florence_ Digital fresco on fiber in the prestigious Resort in the  tuscan hills

Architect project by Alberto Bartalini

 Giannoni&Santoni
#workinprogress


Forte dei Marmi_ Villa renovation

Architect project by Pietro Carlo pellegrini

 Giannoni&Santoni
#workinprogress


Accademia Musicale Pontedera
New Musical Center for Pontedera 

architect project by Enrico Agonigi

 Giannoni&Santoni
#workinprogress

Blog Installazioni News

ArtInsolite 2018- Lajatico – Giannoni&Santoni – “Aurelio Amendola: Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni”

IMG-20180716-WA0042 “Aurelio Amendola: Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni” Regia Alberto Bartalini Centro Polivalente San Carlo Via Giacomo Matteotti, Lajatico   Giannoni&Santoni conferma il suo coinvolgimento nel mondo dell’arte e della cultura, partecipando all’evento artistico ArtInsolite a Lajatico con le opere della collezione “Aurelio Amendola: Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni”, esposte all’interno del Centro Polivalente San Carlo dal 13 luglio al 30 settembre.   Il 13 luglio inaugura ArtInsolite 2018, progetto artistico del Teatro del Silenzio, con la direzione di Alberto Bartalini e la curatela di Carlo Alberto Arzelà, quest’anno dedicato a Gillo Dorfles, che per oltre 80 anni ha soggiornato a Lajatico. L’evento annuale accoglie nelle strade, nelle piazze e negli spazi del borgo immerso nelle colline, le opere dei più significativi artisti toscani, proposte in location inconsuete e suggestive.   Giannoni&Santoni espone all’interno del Centro Polivalente San Carlo gli affreschi digitali della collezione “Aurelio Amendola: Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni”. Le immagini michelangiolesche di Aurelio Amendola, riproposte su diversi supporti successivamente trattati a mano, trovano una nuova matericità, attraverso una tecnica che unisce tradizione e innovazione, tecnologia e dimensione artistica.   La collezione, presentata in anteprima a Firenze alla Galleria dell’Accademia delle Arti del Disegno e nella Galleria von Hessenbeck, con la regia dell’architetto Alberto Bartalini, è proposta a Lajatico con tre varianti realizzate su supporti di fibra e cemento. All’interno dello spazio, a completare la mostra, è presente la pietà di marmo “Cubic Vision” di Gualtiero Vanelli, prodotta da Robot City – Italian Art Factory, che sancisce la stretta collaborazione fra le due aziende toscane. In mostra nella piazza principale del paese è esposta la Pietà in polistirolo in scala 1:1 di Gualtiero Vanelli e prodotta da Giannoni&Santoni.   Le due Cubic Vision di marmo e polistirolo richiamano alla terza imponente versione di oltre 5 metri, che fa da scenografia al centro del lago del teatro, in occasione degli annuali eventi del Teatro del Silenzio.   Giannoni&Santoni è un’azienda toscana di General Contracting specializzata in finiture artistiche di lusso, che unisce la tradizione artigianale italiana con l’innovazione e la ricerca. Le lavorazioni di Giannoni&Santoni, includono interventi di restauro conservativo, realizzazione di superfici artistiche e la creazione di allestimenti museali e scenografici. Culmine dell’esperienza dell’azienda è “l’affresco digitale”, nato dalla fusione fra le idee pionieristiche ed eclettiche di Alberto Bartalini, avallate da Antonio Giannoni, e la continua ricerca di nuove tecniche di lavorazione della materia di Venio Santoni. IMG-20180716-WA0043   IMG-20180716-WA0044 IMG-20180716-WA0045    IMG-20180716-WA0046

Blog Installazioni News

LIGNUM SACRIS – Giannoni&Santoni – von Hessanbeck Gallery

La Giannoni&Santoni e la Galleria von Hessenbeck sono lieti di invitarVi alla presentazione di

                                                       “LIGNUM SACRIS”

 Interior design Capsule Collection disegnata da Ian von Hessenbeck in collaborazione con Luca di Castri

                    Giovedì 14 Giugno, Galleria von Hessenbeck- Via San Niccolò 101 rosso, Firenze

Stampa

Blog Installazioni News

von Hessenbeck Gallery – 10 Gennaio 2018 -Giannoni&Santoni – Aurelio Amendola – Michelangelo – Affreschi digitali & dintorni

amendola invito web Von Hessenbeck3

von Hessenbeck Gallery

presenta

Aurelio Amendola

Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni

pruduced by

Giannoni & Santoni

Regia Alberto Bartalini

von Hessenbeck Gallery

Via San Niccolò 101/r, Firenze

dal 10 Gennaio 2018

 

La Galleria von Hessenbeck è lieta di presentare la mostra “Aurelio Amendola: Michelangelo affreschi digitali e dintorni” prodotta da Giannoni&Santoni con la regia di Alberto Bartalini.

 Il 10 gennaio, dopo la presentazione ufficiale negli spazi dell’Accademia delle Arti del Disegno e il grande successo riscosso durante il periodo di esposizione, la mostra sarà ospitata nella Galleria von Hessenbeck, suggestiva location nel cuore artistico di Firenze.

La collezione “Affreschi Digitali e Dintorni”, nata dalla sperimentazione dell’azienda toscana, le idee pioneristiche ed ecclettiche del direttore artistico Alberto Bartalini e la dimensione artistica di Aurelio Amendola, propone le immagini michelangiolesche, immortalate dal fotografo, riprodotte su superfici materiche, successivamente trattate a mano, realizzate con le tecnica dell’affresco digitale.

La ricerca di nuovi campi espressivi, che accomuna la produzione di Giannoni&Santoni con l’attività di Aurelio Amendola, ha dato vita a opere di forte impatto emotivo che attualizzano le figure classiche di Michelangelo svelandone una nuova poetica e matericità.

La collezione sarà presentata all’interno dei 200 mq della Galleria von Hessenbeck, in via San Niccolò, via aristocratica nel cuore di Firenze, nella strada dell’argento.

Lo spazio rispecchia l’anima estetica ed esoterica del gallerista Ian Von Hessenbeck, che seleziona personalmente con grande sensibilità designer e artisti contemporanei.

La galleria, dalle alte pareti laccate di nero, accoglierà la personale di 12 opere di Aurelio Amendola realizzate da Giannoni&Santoni su supporti di cemento, oro, ossido di ferro, fibre e trasparenze, esaltandone al massimo eleganza e sensualità.

A completare la mostra saranno esposte la Pietà di dimensioni naturali in polistirolo e la Pietà di marmo realizzata da Gualtiero Vanelli, accademico dell’Accademia della Arti e del Disegno, titolare della Robot City_Italian Art Factory, azienda leader per la lavorazione del marmo che unisce tradizione e innovazione.

 

                            Foto Evento

_STE1023

_STE1020

_STE0999

_STE1004

_STE8588

_STE8687

_STE1119

_STE1047

_STE1027

_STE8585

_STE1071

_STE8631

_STE8632

_STE8603

_STE1075

_STE1076

_STE8598

_STE8599

_STE1006

_STE1021

Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva Salva

Salva

Salva

Blog Installazioni News

Giannoni&Santoni – Aurelio Amendola – Michelangelo – Affreschi digitali & dintorni

amendola banner cancello 400x250.indd

Giannoni&Santoni

presenta

Aurelio Amendola

Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni

Regia Alberto Bartalini

Sala mostre dell’ Accademia delle Arti del Disegno

Via Ricasoli 68, Firenze

15 Dicembre – 6 Gennaio 2018

 

Il 14 dicembre, in un incontro rivolto a stampa, architetti, autorità, accademici e amici verrà presentata in anteprima la mostra di Giannoni&Santoni “Aurelio Amendola: Michelangelo, Affreschi Digitali e Dintorni” con la regia di Alberto Bartalini, direttore artistico di Giannoni&Santoni. Negli spazi dell’Accademia delle Arti del Disegno verranno esposte 15 opere della nuova collezione “Affreschi Digitali e Dintorni” raffiguranti le immagini michelangiolesche di Aurelio Amendola, realizzate dall’azienda.

 Dall’unione fra “l’affresco digitale”, tecnica espressiva nata dalle idee pionieristiche e eclettiche dell’architetto Bartalini, la sperimentazione dell’azienda toscana Giannoni&Santoni e la dimensione artistica di Aurelio Amendola nasce la nuova collezione “Affreschi Digitali e Dintorni”, in cui l’opera di Michelangelo immortalata dall’artista, viene riproposta su superfici materiche successivamente trattate a mano. L’iconografia dell’artista parla attraverso la materia, creando una realizzazione dall’alto valore artigianale, che attualizzando il repertorio artistico classico, crea apparati decorativi suggestivi dal fortissimo impatto emotivo.

La ricerca di nuovi ambiti espressivi accomuna la produzione di Giannoni&Santoni con l’attività di Aurelio Amendola, noto fotografo e Accademico delle Arti del Disegno, collaborazione nata dall’intuizione dell’architetto Bartalini che negli anni ha creato anche importanti connessioni fra l’azienda e affermati artisti del calibro di Claudio Zoccola, Stefano Tonelli, Caterina Crepax, Stefano Stacchini, Igor Mitoraj, Ugo Nespolo, Enrico Baj e Arnaldo Pomodoro.

Operando come una Bottega Toscana del Quattrocento, Giannoni&Santoni, recupera e reinterpreta lavorazioni antiche e, attraverso la propria cultura del mestiere e conoscenza dei materiali, sperimenta nuovi modi di plasmare la materia.

La mostra realizzata con la regia del direttore artistico della azienda Alberto Bartalini e frutto di una collaborazione con l’Accademia delle Arti del Disegno, la più antica accademia d’arte del mondo occidentale fondata da Giorgio Vasari e da Cosimo I de’ Medici nel 1563, presenta le opere di Aurelio Amendola in un contesto privilegiato, a pochi passi dagli originali michelangioleschi.

Nella sala principale saranno esposte 15 opere realizzate su supporti in cemento, oro, ossido di ferro, fibre e trasparenze, tutti materiali appartenenti alle collezioni Giannoni&Santoni. Al centro dello spazio sarà presente una rivisitazione della Pietà di Michelangelo  in polistirolo in scala 1:1 di suggestivo impatto.

Gualtiero Vanelli, anch’egli accademico dell’Accademia delle Arti del Disegno, titolare della Robot City _Italian Art Factory, azienda leader per la lavorazione del marmo che unisce tradizione e innovazione, realizzerà una rilettura della Pietà in marmo di dimensioni 50x50cm, creando uno stretto dialogo con la Pietà fotografata da Aurelio Amendola e quella realizzata in polistirolo.

Libro Amendola Vaticano

All’interno dello spazio sarà possibile ammirare l’opera fotografica originale di Aurelio Amendola attraverso i suoi scatti più celebri e anche il volume “Michelangelo. La dotta mano”, pubblicato in tiratura limitata dalla Casa editrice FMR, che celebra il genio di Michelangelo Buonarroti eletto, nell’anno della fondazione, primo Accademico dell’Accademia delle Arti del Disegno, immortalato dal celebre fotografo.
 

Blog Installazioni

Binario 21 –Installazione di VENIO SANTONI – “Artinsolite” – Teatro del Silenzio 2016 – Lajatico

“Binario 21”

installazione di Venio Santoni

“Artinsolite.” _Teatro del Silenzio 2016 _ Lajatico

Garage di Bano , Via C. Battisti

…Venio Santoni, con Binario 21, anima il ” Garage di Bano”, uno spazio scoperto e ripensato da Alberto Bartalini, in cui l’assoluto predominio del colore nero si proietta anche sull’altorilievo del fondo. Il nero inteso non tanto come negazione del colore, ma, al contrario, come sua efficace valorizzazione. Nell’altorilievo, colpito da un abbagliante, drammatico fascio di luce, emerge il tragico groviglio delle membra, spezzate e disarticolate dall’odio raziale. Binario 21, il luogo in cui ebbe inizio a Milano l’orrore della Shoah. Una tragedia che Venio Santoni vuole riproporre in un contesto vivo e dialettico, un occasione per costriure il futuro e favorire la convivenza civile, per riflettere su quello che in passato è stato definito “il peso morto della storia”: l’indifferenza. L’irregolare, irruenta macchia di vernice rossa gettata sulla scultura vuole proprio provocare una reazione indignata da parte di chiunque guardi,scosso dall’orrore dello sterminio. Un doloroso monito perchè ci si ricordi di ricordare.

Ilario Luperini

 

 

Blog News

COLLINAREA FESTIVAL – Vittorio Sgarbi a Lari presenta “container”

CONTAINER

di Cesare Inzerillo

Festival Collinarea

Sostenuto da Giannoni & Santoni, Scenica Frammenti, Comune di Casciana Terme Lari, Abate s.r.l.

Collinarea festival, Vittorio Sgarbi a Lari presenta ” container”

Lari – Lunedì 25  Luglio è stato un  un giorno importante per il Collinarea Festival 2016. E’ stata infatti inaugurata nel centro del bellissimo borgo medievale  l’installazione artistica ‘Container’ di Cesare Inzerillo.

Erano presenti, oltre al critico d’arte Vittorio Sgarbi, Cesare Inzerillo, il sindaco di Casciana Terme Lari Mirko Terreni, l’architetto Alberto Bartalini e Loris Seghizzi, direttore artistico di Collinarea.

“Gli artisti vestono panni stretti, vivono sotto il ricatto di un sistema che quotidianamente mette a rischio la loro esistenza, il loro mestiere. Da qui, da questa considerazione, nasce il progetto d’arte che ha aperto, accompagna e caratterizza il Collinarea Festival 2016, eleggendone a protagonista un oggetto-simbolo: il container.
Questo contenitore si trasforma in un tentativo di risposta, che diventa risposta obbligata, all’urgenza di un luogo metaforico-fisico, un porto franco dove l’arte si possa esprimere senza le costrizioni di una società che la imprigiona. Quasi al pari di un migrante, di un profugo dell’anima, l’artista è obbligato a ricrearsi un personale contenitore mobile della propria espressività.”